0 Items

La progettazione di KTJ Neutral Balance PRO si basa su quanto definito nella fisica in merito all’equilibrio che viene classificato in:

– stabile quando perturbando anche di poco le condizioni del corpo, esso tende a ritornare nella posizione di partenza;

– instabile, quando perturbando anche di poco le condizioni del corpo, esso tenda a non ritornare nella posizione di partenza;

– indifferente o neutro, quando ogni possibile posizione del corpo è di equilibrio;

BRACCIO CHE TENDE A RIDURSI

BRACCIO CHE TENDE AD AUMENTARE

BRACCIO INESISTENTE

Tale differenziazione si determina dal “momento” che si viene a creare quando a seguito di una perturbazione, il punto di contatto al suolo si discosta da quello di proiezione del baricentro sul piano e l’allontanamento tra i punti che ne consegue, determina un “braccio”.

Pertanto se al termine della “perturbazione” il braccio

1 – tende a ridursi determinando una condizione di equilibrio stabile, (momento positivo);

2 – tende ad aumentare determinando una condizione di equilibrio instabile (momento negativo);

3 – non si determina in quanto i due punti saranno sempre coincidenti.

  • Alla luce di quanto sopra, analizzando le tavolette da un punto di vista meccanico, possiamo riscontrare alcuni punti comuni a questi attrezzi:
  • 1 – Piano calpestabile;
  • 2 – Semisfera;
  • 3 – Asse di simmetria della semisfera;
  • 4 – Raggio di curvatura;
  • 5 – Il centro di curvatura;
  • 6 – Altezza della tavoletta;
  • 7 – Punto di contatto al suolo che coincide sempre con la proiezione del centro di curvatura;
  • 8 – Punto di proiezione del baricentro del soggetto sul piano calpestabile

 

 

 

Considerando, così, il punto di contatto al suolo – punto 7 -. ed il punto di proiezione del baricentro sul piano calpestabile – punto 8), è possibile definire le tavolette in:

  • stabili quando nella perturbazione si viene a creare un momento positivo che tenderà a ridurre l’estensione del braccio di leva (in questo caso il raggio di curvatura è maggiore dell’altezza dell’attrezzo)
  • instabili quando nella perturbazione si viene a creare un momento negativo che tende ad aumentare l’estensione del braccio di leva (in questo caso il raggio di curvatura è minore dell’altezza);
  • indifferenti o neutre quando nella perturbazione non si viene a creare alcun braccio di leva (in questo caso il raggio di curvatura è uguale dell’altezza

 

 

L’equilibrio Neutro

Neutral Balance PRO è stato progettato per sfruttare le condizioni di equilibrio stabile e neutro ovvero le dimensioni del raggio della semisfera sono uguali all’altezza del piano calpestabile dal suolo (R=H).

La conoscenza esatta delle caratteristiche costruttive permette di stabilire con precisione il “rapporto di stabilità” che per l’equilibrio neutro è :
R/H =1

Per ogni misura del raggio esiste una sola condizione di Equilibrio Neutro, mentre svariate condizioni di equilibrio instabile o stabile.

KTJ Neutral Balance PRO propone una sola situazione di Equilibrio Neutro e 3 situazioni di Equilibrio Stabile con i seguenti “rapporti di stabilità”: